Cibi che aiutano ad avere erezione duratura

Cibi che aiutano ad avere erezione duratura

Un corretto regime alimentare e uno stile di vita sano sono fondamentali per vivere bene e più a lungo; gli stessi fattori, oggetto di autorevoli ricerche, giocano inoltre un ruolo essenziale all’interno della vita di coppia perché migliorano l’erezione maschile e la fertilità.
Diversi studi hanno, difatti, portato alla luce alcuni dati allarmanti: il 40% degli over 40 soffre di disfunzione erettile, disturbo che colpisce soprattutto fumatori, consumatori di bevande alcoliche, soggetti sedentari e persone che mangiano in modo scorretto. Questa guida vuole, dunque, indagare in modo semplice ed esaustivo il rapporto tra alimentazione ed erezione per soffermarsi poi sugli alimenti da portare a tavola.

Quale rapporto intercorre tra alimentazione ed erezione?

Diversi studi, condotti negli ultimi anni, hanno evidenziato uno stretto legame tra alimentazione ed erezione maschile. I cibi contengono difatti, come risaputo, un lungo elenco di sostanze benefiche per l’organismo. Le antocianine, appartenenti alla classe dei flavonoidi, sembrano ridurre, per esempio, in modo drastico il rischio di disfunzione erettile e tutto ciò in virtù del loro marcato potere antiossidante. I vasi sanguigni sono più tonici, la circolazione migliora e l’uomo raggiunge più facilmente l’erezione.

Un altro fattore da non sottovalutare risiede nell’accumulo di grasso addominale (girovita superiore a 101 cm) con conseguente possibile sviluppo della cosiddetta sindrome metabolica. Questa condizione può, infatti, inficiare l’erezione maschile perché si assiste a una brusca accelerazione dello stress ossidativo (le cellule del corpo invecchiano più rapidamente) e allo sviluppo di infiammazioni croniche che favoriscono l’obesità e la disfunzione erettile.

Alla luce di quanto detto, è necessario apportare alcune modifiche al proprio regime alimentare privilegiando, ove possibile, una dieta antinfiammatoria a base di pesce, prodotti ricchi di acidi grassi Omega 3, frutta, verdura e alimenti integrali.

Quali sono gli alimenti che migliorano l’erezione maschile?

Vi sono diversi alimenti che migliorano, se assunti regolarmente, l’erezione maschile. Vediamoli brevemente uno per uno.

Olio di oliva: gli studi condotti all’Università di Atene definiscono l’olio di oliva un vero e proprio viagra naturale. L’alto tenore di antiossidanti e polifenoli migliora lo stato in cui versano le arterie del pene contribuendo, inoltre, a ridurre il colesterolo cattivo (le sue placche si accumulano lungo le pareti dei vasi restringendone il lume e questo inficia la circolazione sanguigna).
Ostriche: lo zinco presente al loro interno aiuta la prostata e favorisce la produzione di testosterone.
Salmone, sgombri e sardine: contengono alte percentuali di acidi grassi Omega 3 dalle importanti proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Il loro consumo previene la cosiddetta disfunzione veno-occlusiva cavernosa (causa primaria della disfunzione erettile). Si suggerisce, inoltre, di integrare gli acidi grassi mediante l’assunzione di frutta secca (noci, mandorle, anacardi).
Pomodori: il licopene presente favorisce la produzione di testosterone e migliora la libido. Il consumo di quest’ortaggio promuove, quindi, la corretta circolazione del sangue anche a livello periferico con erezioni più facili e durature.
Peperoncino: gli alimenti piccanti favoriscono, per definizione, la vasodilatazione (il calibro dei vasi aumenta e il sangue arriva più facilmente in periferia). Attenzione, però, a non abusarne pena disturbi gastrointestinali (bruciore di stomaco e dissenteria).
Cocomero: al suo interno vi sono alti tenori di licopene e citrullina, elementi fondamentali per migliorare la vita sessuale maschile. Il primo alza i livelli di testosterone, mentre il secondo promuove la vasodilatazione e di conseguenza la circolazione.
Barbabietola: i batteri presenti nel cavo orale trasformano i nitrati in nitriti e gli stessi vengono convertiti, a loro volta, in ossido nitrico all’interno dello stomaco; questo gas dilata i vasi sanguigni e promuove la circolazione del sangue. Un effetto simile si può riscontrare nelle verdure a foglia verde; si consiglia, dunque, di mangiare tali ortaggi nella loro interezza (centrifugati ed estratti non danno gli stessi benefici).
Banana: questo frutto, particolarmente ricco di vitamina B e potassio, favorisce la circolazione sanguigna e vanta, inoltre, un’alta percentuale di bromelina (enzima che stimola la libido).
Sedano: ortaggio dal marcato potere tonificante e rimineralizzante; favorisce la dilatazione dei vasi in virtù dell’alto tenore di arginina.
Pistacchi: sono naturalmente ricchi di arginina e tale aminoacido è essenziale perché dona maggiore flessibilità alle arterie e migliora la circolazione del sangue. L’arginina stimola, inoltre, la produzione di ossido nitrico (vasodilatatore naturale).
Caffè: il consumo di questa bevanda, come confermano alcuni autorevoli studi americani, sembra migliorare l’erezione maschile.

Via libera, inoltre, ad alimenti ricchi di vitamina C e D. La prima, contenuta in agrumi, peperoni, pesche e spinaci, favorisce la produzione di spermatozoi sani e longevi; la seconda promuove la secrezione di testosterone e abbassa il rischio di sviluppare la disfunzione erettile. Si consigliano, dunque, spuntuni a base di frutta secca (noci e mandorle sono perfette) anche al fine di contrastare il colesterolo cattivo.

Un regime alimentare sano e uno stile di vita adeguato sono fondamentali per migliorare l’erezione maschile; via libera, dunque, ad alimenti ricchi di antiossidanti, minerali e vitamine. Se tutto ciò non fosse sufficiente, si può assumere l’innovativo integratore Bio Tauro; questo prodotto naturale (contiene ingredienti quali estratto di barbabietola, schisandra e vitamine appartenenti a gruppi diversi), assunto quotidianamente, migliora la circolazione sanguigna nel pene e previene l’insorgenza di evetuali disfunzioni erettili. Non presenta alcuna controindicazione e/o effetto collaterale e può essere assunto da tutti gli uomini: si consiglia, comunque, di leggere quanto riportato sul foglietto illustrativo (non prendere l’integratore in caso di comprovata ipersensibilità nei confronti di uno o più componenti).

dove acquistare bio tauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *