Come si fa sesso anale? Crea piacere oppure fa male ?

Qual’è l’anatomia dell’ano umano?

anatomia anoDal punto di vista anatomico l’ano rappresenta l’orifizio che mette in comunicazione l’ultima sezione dell’intestino crasso con l’ambiente esterno.
Costituisce quindi l’apertura che segna il termine del canale intestinale e che consente all’organismo di emettere le feci, contenute all’interno dell’ampolla rettale.

Localizzato nella regione perineale in fondo al solco tra le due natiche e a circa 3 centimetri dal coccige, l’ano è formato da due sfinteri (interno ed esterno), rivestiti da un epitelio squamoso privo di qualsiasi formazione ghiandolare.

Tra la parte terminale dell’intestino, costituita da cellule mucose e quella anale, formata da cellule squamose, si trova una zona circolare denominata linea pettinata (o dentata), che comprende le colonne di Morgagni.

I due sfinteri sono formati da fibre muscolari, sia di tipo liscio (il cui funzionamento è indipendente dalla volontà), sia di tipo striato (che funzionano invece volontariamente cioè in seguito a un comando partito dal cervello).
Lo sfintere interno è liscio e involontario mentre quello esterno è striato e dipende dalla volontà, e ha un’innervazione proveniente dal nervo pudendo.

Qual’è la fisiologia dell’ano umano?

La funzione dell’ano è quella di emettere all’esterno le feci, la cui produzione avviene nell’ultima parte dell’intestino crasso, dove si realizza il riassorbimento di acqua e la formazione del materiale fecale.

L’emissione delle feci si verifica quando i due sfinteri sono rilassati poiché in caso di contrazione delle fibre muscolari, l’ano risulta stretto e non consente il passaggio di nessun materiale.

Per assicurare una perfetta funzionalità dell’ano è necessario che la sua muscolatura venga controllata correttamente dalle fibre nervose, in modo tale da garantire la fisiologia funzionale.

Che cosa si intende per sesso anale?

Il sesso anale consiste in una pratica erotica che prevede la penetrazione del membro maschile all’interno del canale anale allo scopo di provocare godimento ed eccitazione.
Oltre che con il pene, il sesso anale può venire realizzato anche con particolari oggetti, la cui forma assomiglia a quella del membro maschile.

La presenza di numerose terminazioni sensitive localizzate a livello del canale anale contribuisce a considerare erogena questa parte anatomica e quindi a mettere in atto pratiche erotiche anali.

Il piacere che ne deriva è in grado di soddisfare sia chi penetra sia chi è penetrato poiché in entrambi i casi le fibre sensoriali vengono eccitate trasmettendo tali sensazioni al centro encefalico del piacere, localizzato a livello ipotalamico.

Un’altra fonte di godimento nell’uomo deriva anche dalla presenza della ghiandola prostatica, situata in posizione adiacente al canale anale; durante le pratiche erotiche, lo sfregamento del membro contro la prostata è fonte di intenso piacere.

La donna di solito svolge un ruolo passivo dato che è il suo partner a effettuare la penetrazione; in questi casi è frequente che metta in atto una masturbazione clitoridea, che le consente di godere.

Quando la penetrazione avviene tra maschi, di solito quello che viene penetrato reagisce contraendo lo sfintere anale per provare maggiori sensazioni erotiche.

Il sesso anale è piacevole oppure doloroso?

sesso anale fa male

Se effettuato in modo violento, specialmente per chi viene penetrato, il sesso anale è una pratica che può risultare dolorosa e in alcuni casi può provocare addirittura delle lesioni all’interno dell’orifizio anale.

Le prime volte in cui si prova questo genere di rapporto, è necessario utilizzare dei lubrificanti intimi per limitare al massimo sgradevoli inconvenienti.

I “personal lubrificants” trovano largo impiego per ottimizzare la penetrazione anale, eliminando per quanto possibile le frizioni causate dall’attrito tra i tessuti.

Aumentando la scorrevolezza del pene, la penetrazione risulta molto più piacevole sia se il soggetto passivo è di sesso maschile sia che si tratti di una donna.

Per eliminare il dolore durante la penetrazione anale, può essere consigliato l’impiego di sostanze a base di blandi anestetici, tra cui la benzocaina, che comunque può provocare fenomeni avversi.

In genere questi prodotti causano un intorpidimento delle parti anatomiche del corpo con cui vengono a contatto, pertanto se da un lato eliminano sensazioni dolorose, d’altro lato impediscono anche quelle piacevoli.

Per limitare al massimo le sensazioni sgradevoli collegate alla penetrazione anale, è preferibile servirsi di sostanze naturali, come alcuni lubrificanti riscaldanti contenenti principi attivi vasodilatatori come la capsaicina.

Altri prodotti molto efficaci sono a base di menta piperita, che è in grado di offrire una piacevole sensazione di freschezza.

Per riuscire fare sesso anale serve avere una buona erezione

erezione buona

Essendo l’ano più stretto della vagina, per riuscire a penetrarlo, è chiaro che bisogna essere in buona forma, e quindi il pene deve avere una buona erezione, altrimenti la penetrazione sarà quasi impossibile da fare.

Per questo motivo ti consigliamo il prodotto in compresse Bio Tauro e il Gel Tauro Plus.

dove acquistare bio tauro

Che cosa sono i lubrificanti intimi?

I lubrificanti intimi sono prodotti spesso a base di silicone oppure di sostanze naturali sotto forma di gel. In molti prodotti è presente l’Aloe vera a base acquosa, che, riducendo la secchezza durante i rapporti, elimina anche gli attriti.

Molti prodotti contengono glicerina, che è una sostanza naturale molto ben tollerata, utilizzata per aumentare la scorrevolezza dei tessuti.

A seconda del contenuto di acqua, i lubrificanti intimi hanno un diverso grado di viscosità, che di conseguenza agisce in maniera differente durante la penetrazione.

Per eliminare il fastidio dei residui appiccicosi dopo l’utilizzo, le più recenti formulazioni di prodotti lubrificanti intimi sono a base di carragenina, un composto gelatinoso estratto da alcune alghe rosse.

LEGGI ANCHE: Cos’è lo Squirting e Come Funziona

I lubrificanti intimi a formulazione oleosa vengono utilizzati quando quelli su base acquosa non si sono rivelati efficaci, oppure da chi è allergico ai loro principi attivi.

I prodotti intimi a base di silicone di solito non contengono acqua e non vengono assorbiti dalle mucose, rimanendo localizzati più a lungo nel punto di applicazione.

La scelta dei lubrificanti sessuali dipende fondamentalmente dalle preferenze personali, in quanto tutti i prodotti di questo genere mostrano una notevole efficacia funzionale.

Concludendo, si può affermare che, se praticato con le dovute precauzioni, evitando comportamenti violenti e utilizzando prodotti studiati specificamente per questo genere di pratica sessuale, la penetrazione anale non è dolorosa ma è in grado di offrire sensazioni molto piacevoli.

LEGGI ANCHE: Cosa sono i Preliminari e come si fanno a lui e a lei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *