Non mi tira più il pene,

Non mi tira più il pene, cosa posso fare? Ecco i consigli e rimedi

“Non mi tira più il pene” …tranquillo non sei ne il primo nell’ultimo, quindi leggi con attenzione. La disfunzione erettile, come confermano i numeri, è un disturbo sempre più frequente tra gli uomini che hanno compiuto 40 anni; sembra soffrirne 1 su 10, ma non mancano neppure casi con esordio assolutamente precoce (alcuni ragazzi mostrano i primi sintomi a partire dai 18 anni). La presente guida vuole andare alla scoperta di quest’affezione soffermandosi su cause principali, rimedi naturali e consigli utili.

Che cos’è la disfunzione erettile?

La disfunzione erettile può essere definita come l’incapacità di avere e/o mantenere l’erezione ottimale anche in presenza di un forte desiderio sessuale. Tale condizione, che subentra generalmente negli individui over 40, si ripercuote negativamente sull’umore ed è spesso fonte di problemi all’interno della coppia. I soggetti affetti da questo disturbo accusano generalmente poche erezioni spontanee di primo mattino e problemi di eiaculazione.

Quali sono le cause della disfunzione erettile?

cause della disfunzione erettile

La disfunzione erettile vanta un lungo elenco di cause di natura diversa.

Origine fisica: appartengono a tale categoria traumi, disturbi vascolari (ipertensione, complicanze del diabete), affezioni neurologiche (sclerosi multipla, postumi ictus, infortuni a carico del midollo spinale), problemi ormonali (disturbi alla tiroide), alterazioni anatomiche, infezioni alle basse vie urinarie e insufficienza renale cronica.

Terapie farmacologiche: comprendono trattamenti a base di antipertensivi, diuretici, fibrati, antipsicotici, corticosteroidi e antistaminici.

Cause psicologiche: appartengono a questa categoria depressione, stati d’ansia, traumi di natura emotiva e abusi sessuali.

Stile di vita inadeguato: appartengono a questo gruppo tabagismo, consumo di bevande alcoliche e droga.

Alla luce di quanto detto si possono, dunque, identificare diverse forme di disfunzione erettile.

Organica (vascolare, endocrina e neurogena).
Psicogena (imputabile a stress e ansia).
Farmacologica.

In alcuni casi si può, inoltre, parlare di disfunzione erettile mista (si sommano cause di natura diversa).

Quali sono i principali rimedi per la disfunzione erettile?

Esistono innumerevoli rimedi per trattare la disfunzione erettile, ma per prima cosa è indispensabile eseguire tutti gli accertamenti del caso (arteriografia dei vasi del pene ed esami ematochimici con misurazione del tasso di testoterone e prolattina) al fine di identificare le cause del disturbo e sottoporre, ove possibile, il paziente a un trattamento mirato.

• I corsi di meditazione e rilassamento aiutano a combattere stati d’ansia e stress.

• L’attività fisica costante stimola la corretta circolazione sanguigna e aiuta a mantenersi in forma (sovrappeso e obesità possono, difatti, ripercuotersi negativamente sull’attività sessuale).

• La terapia di coppia e le sedute di psicoterapia possono rivelarsi molto utili in assenza di cause organiche.

• Seguire un corretto regime alimentare privilegiando cibi afrodisiaci (asparagi, fichi, avocado, ostriche, molluschi) e ad alto tenore di bioflavonoidi (uva, pompelmi, limoni); via libera, inoltre, a cioccolato, liquirizia e curry. Limitare, invece, il consumo di cibi grassi (formaggi e insaccati) e dolci (lo zucchero provoca un calo di testosterone).

• Assumere anice (vanta proprietà afrodisiache), ginseng (dona benessere psicofisico), eleuterococco (tonico e afrodiasiaco), zafferano, L-arginina, L-citrullina e maca andina.

Alcuni buoni consigli per combattere la disfunzione erettile

Esistono alcuni buoni consigli che, se seguiti alla lettera, possono rivelarsi molto utili nella lotta contro la disfunzione erettile.

1. Abolizione del fumo: uno studio pubblicato dal British Journal of Urology conferma una maggiore incidenza della disfunzione erettile in tutti coloro che fumano. La riduzione della nicotina induce, invece, un progressivo recupero della virilità.

2. Avere rapporti sessuali costanti: i risultati di una ricerca pubblicata sull’American Journal of Medicine parlano di un aumento dell’incidenza della disfunzione erettile in tutti coloro che praticano sesso meno di una volta alla settimana (gli studiosi consigliano di avere almeno 3 rapporti sessuali ogni 7 giorni).

3. Curare l’insonnia: il testoterone è un ormone fondamentale in materia di sessualità, ma il suo livello diminuisce tendenzialmente con la mancanza di riposo. Tutto ciò porta a una riduzione della tonicità muscolare e causa, inoltre, affaticamento.

4. Igiene orale: può sembrare strano, ma vi è una stretta correlazione tra disturbi parodontali e disfunzione erettile. I batteri che si trovano nel cavo orale possono, difatti, raggiungere molto facilmente i vasi sanguigni presenti nel pene. È, dunque, indispensabile prendersi cura della propria bocca con un uso regolare e quotidiano di filo interdentale e spazzolino da denti (da usare almeno 2 volte al giorno).

5. Mangiare tanto cocomero (stagione permettendo): questo frutto vanta un alto tenore di arginina e citrullina ed entrambe promuovono la vasodilatazione.

6. Non assumere anabolizzanti: questo consiglio è rivolto a tutti gli assidui frequentatori delle palestre perché gli steroidi possono favorire un restringimento dei testicoli e abbassare i livelli di testoterone.

7. Controllare, per quanto possibile, l’ansia da prestazione: gli uomini sono spesso ossessionati da un possibile mancato piacere da parte della donna e questo pensiero inficia l’erezione (aumentano i livelli di adrenalina e cortisolo e i vasi sanguigni si restringono).

8. Assumere i giusti integratori a base di ginko bilboa, ossido nitrico e guaranà al fine di conservare l’erezione per un maggiore lasso temporale.

Conclusioni

La disfunzione erettile è un disturbo sempre più frequente nell’universo maschile e solo una diagnosi precisa e puntuale può aiutare il paziente a risolvere definitivamente questo problema. Il mercato propone, inoltre, un integratore rivoluzionario che prende il nome di Bio Tauro e la sua assunzione sembra avere ottimi effetti su questo disturbo sessuale.
Il prodotto vanta una composizione 100% naturale (al suo interno vi sono arginina, estratto di barbabietole, vitamine appartenenti a gruppi diversi e altre sostanze non sintetiche) e non possiede alcun effetto collaterale e/o controindicazione.

dove acquistare bio tauro

LEGGI ANCHE: Cause e Rimedi per l’eiaculazione precoce

LEGGI ANCHE: Migliori Rimedi Naturali per Erezione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *