Rimedi alla Disfunzione Erettile Giovanile

Rimedi alla Disfunzione Erettile Giovanile

Che cos’é la disfunzione erettile?

La disfunzione erettile è un disturbo appartenente alla sfera sessuale maschile consistente nella mancata realizzazione di un’erezione duratura e valida al fine di portare a termine un rapporto completo.

Solitamente provocata da un inadeguato afflusso di sangue ai corpi cavernosi del membro, la disfunzione erettile si manifesta con l’assenza di rigidità peniena.

L’inturgidimento fisiologico dell’organo sessuale dipende nell’uomo da meccanismi di tipo neuro-muscolare strettamente collegati a fattori appartenenti alla sfera psico-emotiva.

Estremamente diffusa, soltanto in Italia colpisce circa tre milioni di uomini all’anno, questa anomalia si manifesta con maggiore frequenza tra i quaranta e i settant’anni.

La sua eziologia è riconducibile a numerosi fattori, tra cui:
– malattie croniche come il diabete;
– patologie di natura cardiaca o vascolare;
– problematiche neurologiche;
– assunzione di alcuni farmaci;
– episodi depressivi;
– ansia da prestazione;
– squilibri di tipo ormonale;
– abuso di bevande alcoliche oppure di sigarette.

Come si manifesta la disfunzione erettile?

In seguito ad approfondite analisi dell’urina e a mirati controlli sul sangue, oltre che a una visita urologica, si arriva alla formulazione della diagnosi.

La disfunzione erettile si manifesta attraverso differenti fasi, che sono:
– incapacità di realizzare l’inturgidimento del pene;
– impossibilità di mantenere l’erezione;
– possibile assenza di funzione orgasmica;
– mancata soddisfazione sessuale.

L’incapacità di realizzare l’inturgidimento del pene rappresenta la condizione maggiormente limitante al fine di realizzare qualsiasi rapporto poiché risulta infattibile la penetrazione.

L’impossibilità di mantenere l’erezione può determinare l’interruzione di un coito già iniziato e pertanto condizionare negativamente la vita sessuale della coppia.

L’assenza di funzione orgasmica assume un ruolo di massima valenza dato che impedisce l’eiaculazione, contribuendo all’insuccesso dell’amplesso.

L’insoddisfazione sessuale costituisce l’inevitabile conseguenza della disfunzione erettile, in grado di creare problematiche interpersonali tra i due partner.

Che cos’é la disfunzione erettile giovanile?

La disfunzione erettile giovanile si verifica quando i soggetti colpiti hanno un’età inferiore ai 30-40 anni, in alcuni casi sono ventenni, e pertanto viene considerata come una vera e propria malattia.

Solitamente si tratta di fenomeni occasionali che subentrano in seguito a determinati fattori predisponenti oppure a cause contingenti, soprattutto all’ansia da prestazione.

Dopo un’inevitabile fase d’incredulità, il soggetto fa comunque molta fatica ad accettare tale situazione in quanto la capacità d’erezione è di solito collegata con la virilità.

Se la disfunzione erettile giovanile tende a cronicizzarsi, diventando persistente, allora è necessario rivolgersi a uno specialista che, servendosi di analisi di laboratorio e di indagini cliniche, è in grado di inquadrare il problema.

Anche se il soggetto è in buone condizioni di salute e se apparentemente non sussistono validi motivi per l’insorgenza di questo disturbo, la sua epidemiologia non è poi tanto rara, ma interviene con una certa frequenza.

Il più comune fattore predisponente è rappresentato dall’ansia da prestazione che, soprattutto nei giovani, può essere piuttosto diffusa.
Infatti l’inesperienza, unita a una certa fragilità emotiva tipica dei ventenni, contribuiscono alla genesi del disturbo.

Eccitazione sessuale e mentale sono due aspetti strettamente collegati tra loro e in grado di portare all’insorgenza della disfunzione erettile giovanile.
Inoltre bisogna tener conto del fatto che, secondo la morale comune, i giovani non possono avere alcun problema inerente alla vita erotica, mentre invece è proprio in questa fase della vita che tali disturbi incominciano a manifestarsi.

Nonostante tutti siano convinti che siano soltanto le donne ad avere bisogno di una preparazione emotiva per raggiungere l’orgasmo, in realtà anche gli uomini mostrano una forte componente emotiva che condiziona i rapporti sessuali.

Non è assolutamente vero che, soprattutto i giovani, considerino il coito come un atto meccanico e non sentimentale.
Proprio per questo motivo, la vulnerabilità sentimentale e una certa insicurezza esistenziale sono fattori condizionanti sull’erezione del pene.

Quali sono i rimedi per la disfunzione erettile giovanile?

I rimedi per la disfunzione erettile giovanile possono essere di tipo farmacologico, utilizzando medicinali che agiscono sulla vasodilatazione delle arterie cavernose afferenti all’organo maschile.

Un’altra categoria di farmaci svolge la sua attività a livello neurovegetativo, controllando la componente nervosa del metabolismo sessuale.

Anche la componente ormonale dell’organismo può venire controllata da medicine che, attraverso dosaggi mirati alle singole necessità, possono ripristinare le condizioni fisiologiche.

In ogni caso qualsiasi sia il prodotto utilizzato, bisogna mettere in conto la presenza di reazioni avverse e di effetti collaterali, anche di una certa importanza.

Recentemente trovano sempre più largo impiego gli integratori alimentari a base di principi attivi che simulano l’azione dei medicinali.
Si tratta di rimedi naturali di tipo fitoterapico che vengono spesso associati ai medicinali tradizionali, oppure assunti al loro posto.

Bio Tauro è un integratore realizzato appositamente per contrastare la disfunzione erettile giovanile e formulato soltanto con ingredienti naturali di origine vegetale, che non provocano effetti collaterali.

I componenti di questo prodotto sono la schisandra, il saw palmetto, l’estratto di barbabietola, l’arginina, lo zinco e una notevole concentrazione di vitamine (B2, B6 e C).

L’azione sinergica di tutti gli elementi di questo integratore si potenzia vicendevolmente fino a ottenere una notevolissima efficacia che consente di migliorare le prestazioni sessuali.

In caso di disfunzione erettile giovanile è ancora maggiormente consigliato l’impiego di prodotti non farmacologici dato che l’organismo è ancora in fase di sviluppo e potrebbe risentire negativamente dell’utilizzo di principi di sintesi chimica.

L’assunzione di sostanze naturali al 100% si conferma pertanto la scelta d’elezione per affrontare il problema della disfunzione erettile giovanile, anche in considerazione del fatto che, nella maggior parte dei casi, si tratta di un disturbo occasionale che tende a risolversi nel tempo.

dove acquistare bio tauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *